Poliedrico, impegnato nel fronte del volontariato e della promozione umana e civile, il dott. Carlo Varchi è al timone dell’azienda di famiglia dal 2012 con l’incarico di amministratore unico.

E’ titolare del marchio “Varchi Mobili dal 1956” registrato nel 2012 presso la Camera di Commercio di Torino.

Cura in particolare i settori della comunicazione, del marketing e delle risorse umane. Il suo curriculum culturale segna, alla fine degli anni 90 la specializzazione in Industrial Design all’Accademia “L. Cappiello” con una tesi dal titolo: “La Panchina Pubblica”. Si tratta di una seduta di pubblica utilità realizzata con materiali a bassissimo costo e igienicamente validi. All’esposizione della tesi, discussa nell’ottobre del 1999, viene presentato il progetto e il prototipo in miniatura. Poi la Laurea triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche con una tesi in psichiatria dal titolo: “I Disturbi Bipolari e Psicoterapie”. Si è specializzato nell’ambito clinico conseguendo la laurea Magistrale in Psicologia affrontando la tesi dal titolo: “Sviluppo cognitivo e affettivo nei bambini con sindrome di Down”. Successivamente ha conseguito il master di II livello in Neuropsicologia clinica con il massimo dei voti (70/70) con una tesi dedicata ad un caso clinico nell’ambito della “schizofrenia e della sindrome disesecutiva”.

Oggi, invece, frequenta la Scuola di Psicoterapia ad indirizzo Cognitivo-Comportamentale presso l’Istituto Skinner di Roma.
Altrettanto ricco è il curriculum del dott. Varchi nel campo del volontariato. Un impegno costante e significativo che gli è valso l’onorificenza di Cavaliere della Repubblica conferita dal Presidente Sergio Mattarella con decreto del 13 gennaio 2017.

Il 21 settembre del 2017 è stato premiato al XXIII Memorial dei Giudici Rosario Livatino, Antonio Saetta e Gaetano Costa all’importantissimo incontro a Tremestieri Etneo dedicato al “Premio Internazionale all’Impegno Sociale 2017”.

Queste alcune delle esperienze significative: nell’aprile 2009 guida la delegazione dei volontari della Protezione Civile (Giubbe d’Italia di Gela) in Abruzzo per la missione di aiuto e solidarietà insieme al gruppo “Colonna Regione Siciliana”. Un’ attività che lo porta, il 16 ottobre 2013 a ricevere l’alta onorificenza di “Pubblica Benemerenza di Protezione Civile” dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Ha ideato e realizzato mostre fotografiche ed eventi culturali in cui e’ sempre presente l’amore per la sua terra come ad esempio: “La Scuola Ieri e Oggi 1929-2006” ,“Lo Sbarco in Sicilia del 1943” ,“La Passione di Cristo a Gela”,“Musicisti e Artigiani di un Tempo”, “Mostra Fotografica allo Sperone”.

Nel 2011 viene nominato “direttore” dell’Istituto Dramma Antico Eschilo di Gela dal preside Prof. Giorgio Romano. E’stato secondo firmatario e ideatore della Proposta di legge Popolare “Gela Provincia” depositata a Palermo unicamente a 18.000 firme di cittadini alla cui raccolta ha contribuito. A febbraio 2013, con la sua associazione Cittadini Attivi, firma il protocollo d’intesa con il Garante dei Diritti dei Detenuti per svolgere attività pedagogiche, rieducative e sociali all’interno degli istituti di pena della Regione Siciliana.

Fa parte del comitato Gelensis Populus ed è stato protagonista delle più importanti battaglie per una sanità giusta.

Carlo Varchi coniuga la guida dell’azienda di famiglia con i suoi interessi culturali ed umanitari considerando tali attività come elementi indissolubili

Text Widget
Aliquam erat volutpat. Class aptent taciti sociosqu ad litora torquent per conubia nostra, per inceptos himenaeos. Integer sit amet lacinia turpis. Nunc euismod lacus sit amet purus euismod placerat? Integer gravida imperdiet tincidunt. Vivamus convallis dolor ultricies tellus consequat, in tempor tortor facilisis! Etiam et enim magna.